Written by

Spotted, capitolo uno: Gucci Premiere

Articoli pubblicati, Varie| Views: 116

” Penso che i miei film, in realtà, siano molto femminili. La violenza viene da qualcosa di emotivo. Per esempio Drive è romantico, una fiaba. In quel senso rientra in un immaginario femminile ed è questo che mi ha avvicinato a Gucci e al mondo degli spot. ”  Nicolas Winding Refn

Movimenti di camera rincorrono il ritmo pulsante dell’elettricità. Los Angeles in notturna è uno spettacolo di luci lontane che l’occhio di Nicolas Winding Refn riscalda, grazie alla sua cifra geometrica, assoluta. Non stupisce quindi che la maison italiana abbia scelto il regista di Bronson e Solo Dio Perdona per dirigere lo spot per Gucci Premiere, un omaggio al mito e all’eleganza della vecchia Hollywood fasciato nell’abito dorato di un’ eterea Blake Lively. Bastano pochi secondi per sfogliare la veloce trasformazione di una donna che cammina nel futuro, ricordando il passato, in una successione di visioni: c’è lo skyline della città, come nella sequenza d’apertura di Drive, le riprese sono orizzontali, definite, e la classicità del tema iniziale viene d’improvviso sovvertita grazie all’utilizzo di un suono fortemente rivolto ai tempi moderni. Stiamo parlando del pezzo (nella versione remix di Eric Prydz) degli M83 “Midnight City”, un autentico capolavoro dell’elettronica, di cui la band francese è l’esponente più rappresentativo, con le proprie linee dense di epicità.

gucci premiere

Lo spot è stato girato nella sontuosa Sheats Goldstein Residence di Beverly Hills, già utilizzata come location per altri film (tra cui Il Grande Lebowski) e caratterizzata da un’architettura che, a detta di Winding Refn, ha lo spirito di Los Angeles, chic ed eternamente immersa negli anni Ottanta.

” Ho un’idea romantica del passato, quando Hollywood conservava ancora un po’ di mistero. Oggi quel mistero è scomparso, perché tutto è di dominio generale. Qualcosa di nuovo prenderà il suo posto, nascerà un eccitante mondo creativo in cui ognuno di noi potrà usare un link digitale per fare e dire quello che sente, vedere, proiettare: quasi un’espressione artistica. Sarà puro capitalismo perché non ci sono regole, ma il web sarà il centro di distribuzione. Sarà un mondo fatto soltanto di idee. ”

Simultaneità, dinamismo e geometria. Un triangolo perfetto, disegnato dall’incredibile talento di uno degli autori cinematografici più interessanti di quest’epoca: Nicolas Winding Refn, il ribelle danese che ha portato in America il gusto violento della bellezza.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *